formazione

INFORMAZIONI SUI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA NELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK “Cohousing Trentino – Building Communities 2WEL”. Cliccando direttamente da qui: https://www.facebook.com/CohousingTrentino/

VIA MAIL: boniatti.c@gmail.com

A CHI SI RIVOLGE LA NOSTRA PROPOSTA? 

  • a chi ha voglia di migliorare le proprie relazioni personali, famigliari e lavorative, soprattutto se vuole andare ad abitare insieme ad altri e/o formare una comunità abitativa intenzionale di cohousing (o un Ecovillaggio) e/o vuole formare un Circolo del BuonAbitare per trovarsi con altri che vivono vicini (cohousing diffuso) e condividono lo stesso desiderio di reciproco supporto e condivisione;
  • a gruppi di persone che già hanno condiviso l’idea di andare ad abitare insieme ma che non sanno come procedere nel costruire un progetto di comunità abitativa intenzionale di cohousing (o un Ecovillaggio);
  • a privati che hanno immobili grandi e sono sostenitori della filantropia  e vorrebbero condividere con altri i costi economici e il piacere della convivenza;
  • a pubbliche amministrazioni che hanno intenzione di mettere un immobile a disposizione per realizzare un progetto di abitare collaborativo e sociale;
  • ad architetti, progettisti, imprenditori immobiliari che hanno voglia di investire in progetti sicuri (vendita/affitto dell’immobile garantito) e contribuire al cambiamento della crisi immobiliare in una opportunità di investimento etico e sostenibile;
  • ad agenzie immobiliari: che hanno nel proprio portafoglio di disponibilità immobili idonei ad un progetto di abitare collaborativo (con più unità abitative e zone recuperabili per attività comuni);
  • ad enti ecclesiastici: col calo della vocazioni sempre più spesso le proprietà della Chiesa rimangono sotto utilizzate o inutilizzate. Pur mantenendo, per norma canonica, il vincolo sociale. Come riqualificarli senza disperdere la vocazione per cui sono nati, ovvero per progetti sociali;
  • all’ ITEA (edilizia residenziale popolare) che vede aumentare sia le liti tra inquilini che i costi per la manutenzione a fronte di risorse pubbliche sempre più scarse, per riqualificare l’intero patrimonio verso un modello ad alta coesione sociale e sostenibilità economica come il social cohousing;
  • agli istituti di credito che hanno patrimonio immobiliare idoneo au un progetto di riqualificazione non speculativa ma eticamente economicamente e socialmente sostenibile;

 COSA FACCIAMO INSIEME?

Supportiamo gruppi di persone ad incontrarsi regolarmente per conoscersi meglio attraverso delle attività conviviali (cene condivise, passeggiate, incontri con pratiche olistiche, meditative e creative, ecc) come si può vedere in questo video:

E’ fondamentale aiutare il gruppo nell’organizzare anche incontri co-gestiti dal gruppo stesso. Per farlo è molto utile avere il supporto di una Facilitatrice di Comunità  in grado di garantire un sereno ed efficace approccio alla presa di decisioni o alla scrittura di accordi di base ecc.  

Nel caso specifico del video, siamo ospiti di Adele che dispone di un immobile idoneo alla realizzazione di un progetto di Cohousing a San Lorenzo Dorsino un piccolo comune italiano di 1.570 abitanti della provincia di Trento, in Trentino-Alto Adige. Link a Google MapsPer eventuali informazioni scrivere mail a boniatti.c@gmail.com

In altri casi il gruppo ha bisogno di progettare insieme in modo partecipato. 

INSIEME alla rete nazionale del BuonAbitare, il gruppo partecipa a dei laboratori con i più qualificati formatori che, non solo hanno le competenze specifiche ed i titoli accademici, ma aggiungono quel “saper fare” unito al “saper essere” tipico solo di chi già vive in una “comunità intenzionale”.

Questo è un CICLO di “Laboratori esperenziali-formativi progettati ad hoc”

“ABC dello STARE INSIEME” è infatti un percorso formativo unico e appositamente progettato per guidare un gruppo verso:

1.     la comprensione dei nuovi modelli abitativi collaborativi necessari per migliorare la vita individuale e collettiva sia nel quartiere dove viviamo che nella società sempre più complessa;
2.     la divulgazione della cultura e delle pratiche del BuonAbitare che permettono di fare “cohousing diffuso” grazie all’attivazioni di appositi Circoli del BuonAbitare;
3.     il supporto nella realizzazione di “comunità abitative intenzionali” in Trentino Alto Adige

Ecco un breve video estratto da un laboratorio esperenziale-formativo dedicato “all’ascolto empatico e alla comunicazione ecologica (e non violenta)”. Approfondimenti, foto e dettagli sono contenuti anche nella Newsletter N.15 di settembre

Il video è molto bello….divulgatelo pure. Grazie (Eva L.) “

INFORMAZIONI SUI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA NELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK “Cohousing Trentino – Building Communities 2WEL”. Cliccando direttamente da qui: https://www.facebook.com/CohousingTrentino/

VIA MAIL: boniatti.c@gmail.com